Può una persona cambiare la tua vita per davvero?

Vorresti cambiare la tua vita da imprenditrice? Potrebbe servirti l'aiuto di una persona...
Foto: Bluehouse Skis

Ho spesso sentito persone dire che questa o quella persona ha cambiato la loro vita.

Ma è davvero così? Può un’altra persona cambiare la tua vita?

Io credo di sì. O meglio, non è quella persona che cambierà la tua vita – sei TU che lo farai a causa di quello che sentirai succedere dentro di te in seguito al vostro incontro.  

A livello professionale mi è capitato per la prima volta nel 2012. Incontrai una persona che per me sarebbe diventata un faro professionale. Una persona che avrebbe dato quella famosa “svolta” alla mia vita.

Chi era non ha importanza. Che fosse famosa o particolarmente erudita nella sua arte neppure. A me serviva ciò che lei invece fece per me: mi serviva un esempio da cui prendere ispirazione, qualcuna da cui andare quando avevo dubbi sul “come fare a…”.

L’ho conosciuta in uno dei miei momenti più bui. A livello personale la mia vita stava andando a rotoli – a livello professionale stava andando meglio, anche se “bene” è un’altra cosa.

Ma la parte peggiore di questo momento era che mi sentivo sempre esaurita, sempre a correre dietro a qualcosa che non riuscivo mai ad afferrare.

Ti è mai capitato di sentirti così? Di avere la sensazione di non arrivare mai al “aaah, ORA ho finito e potrò godermi il risultato anche se solo per un breve istante”? Di sentire il bisogno di cambiare la tua vita e non sapere come farlo?

Se vuoi davvero cambiare qualcosa nella tua vita aziendale puoi farlo. Io ce l'ho fatta e ti spiego come ha funzionato per me.
Foto: Anthony Tran

Io ho vissuto anni in questo modo. E ti garantisco che no, non è affatto divertente! E quindi quando sono arrivata a contatto con questa persona io ero frustrata perché non riuscivo a cambiare.

(…tra l’altro lei mi introdusse anche agli obiettivi fatti bene – ma ora sto anticipando altri post e non è il caso.)

Torniamo quindi a quel momento, nella primavera del 2012. Perché mentre sto organizzando i matrimoni della stagione (sì, all’epoca ero ancora wedding planner) mi imbatto in questa persona da qualche parte online.

…a pensarci meglio credo che ci siamo conosciute nel gruppo di Martha Stewart “Dreamers into Doers” – ho proprio la sensazione che sia nato tutto lì.

Perché facevo parte di un gruppo del genere?

Beh, mia cara, io sono SEMPRE stata una sognatrice.

Da bambina sognavo a occhi aperti e il mio mondo fantastico era talmente reale che a volte dovetti chiedermi in quale mondo fossi, se questo o quello.

Da adulta migliorai ma non di moltissimo – i sogni erano COMUNQUE sempre una parte importante della mia vita.

E poi…mi imbattei nel gruppo di Martha Stewart e non lo sapevo ma in quel momento stava per cambiare per sempre qualcosa.

Non lo potevo sapere ma in quel momento stava per succedere qualcosa che anelavo da quando mi ero messa in proprio.

Non so quando Martha Stewart avesse creato questo gruppo di donne imprenditrici. So solo che l’avevo trovato e avevo trovato un luogo sicuro. Un rifugio pieno di tante professioniste (soprattutto americane) a cui molto velocemente cominciai a rivolgermi per le mie piccole e grandi problematiche.

Sentivo il forte bisogno di poter confidare le mie difficoltà a qualcuno, cosa impensabile qui in Italia all’epoca. Insomma, la mancanza di qualcuno con cui confrontarmi era un problema che non sapevo come risolvere.

Certo, avevo le mie colleghe dell’Association of Bridal Consultants. Ma spesso non bastava. E sai perché?

Perché nel mondo delle organizzatrici di matrimonio si facevano le cose in un certo modo – e c’era sempre la paura di “e se adesso glielo dico, poi mi ruberanno l’idea – oppure mi giudicheranno…”. Cosa che credo ci sia in molti ambiti.

E quindi non dicevo nulla, mi tenevo le mie idee per me e facevo come facevano tutte, ovvero gli affari miei.

Ma in un mondo come “Dreamers into Doers” in cui la concorrenza era molto minore (e anche molto più distante) potevo tranquillamente esprimere i miei dubbi, buttare “là fuori” le mie domande, farmi aiutare con ciò che non mi era chiaro senza temere di essere mandata dalla parte sbagliata volutamente.

E così mi imbatto in lei, una formatrice fatta che parla un linguaggio che sembra essere balsamo per le mie orecchie, e per la mia anima alla ricerca di aiuto.
Quando si dice che “il maestro arriva quando l’allievo è pronto” è dannatamente vero. Ne so qualcosa!

“Annette, se pensi sia ora di cambiare la tua vita eccoti l’occasione…”

Non ci furono squilli di trombe o rulli di tamburi. Nessun annuncio dagli altoparlanti. Eppure la mia vista aziendale, da imprenditrice, stava per subire un cambiamento radicale.

E questo perché la persona che mi si materializza davanti da un momento all’altro è una marketer. Una molto in gamba.

E, come spesso succede con i marketer, dopo avermi dato una settimana o due di contenuti gratuiti, mi dice che da lì in poi avrei potuto diventare sua studentessa – se solo avessi versato una certa quota di denaro.

Sembra strano ma spesso poter pagare per farti aiutare con le tua problematiche aziendali è la via più veloce e sicura per uscire dal pantano.
Foto: Sharon McCutcheon

Io quei soldi non li avevo.
E non avevo nessuno da cui andarli a chiedere in prestito.
E non sapevo come farli dato che il denaro che avevo in arrivo era già destinato ad altro.

Eppure SAPEVO che da lei avrei potuto apprendere tantissimo, lo vedevo da ogni cosa che faceva, e quindi io…glielo dissi. Le dissi che non avevo quel denaro e che ero disperata perché non sapevo come fare.
Le dissi chiaro e tondo che la disperazione arrivava perché ero assolutamente certa che ciò che mi stava offrendo sarebbe stata una manna dal cielo e mi avrebbe aiutato a superare quell’ostacolo che mi trovavo di fronte in quel momento.

Non dimenticherò mai la sua email successiva. Purtroppo è andata persa da qualche parte nei meandri del web ma non dimenticherò mai il succo di quello che mi scrisse.

“Se vorrai davvero cambiare ti aiuterò io!”

Mi scriveva che in realtà non aveva bisogno del mio denaro. Che ne aveva a sufficienza anche per le prossime 3 o 4 vite e che avrebbe potuto farmi partecipare senza chiedermi la retta se però le promettevo 2 cose:

1. Che mi sarei impegnata al massimo durante i 3 mesi che sarebbe durato il percorso.

2. Che se a qualche punto della mia carriera mi fossi imbattuta in qualche persona con lo stesso mio problema, e avrei ritenuto la persona valida e meritevole, avrei fatto lo stesso per lui o per lei.

Senza pensarci su un momento le promisi entrambe le cose. E le diedi prova della mia volontà ferrea di portare a termine il percorso che prevedeva compiti da svolgere ogni giorno.
Sì, anche nel weekend.

E ancora oggi, nonostante io abbia già ampiamente esaurito il mio “debito” nei suoi confronti continuo a dare ascolto e aiutare le donne che incontro sulla mia strada.

Lo faccio in svariati modi – non ultimo tramite il programma radiofonico “I 4 Pilastri del Marketing” in cui ogni settimana aiuto una donna a rimodellare la sua mente per poter incominciare a mettere in sesto la sua azienda.

"I 4 Pilastri del Marketing" è un programma radiofonico su Million Business Radio, dedicato alle imprenditrici e aspiranti e ideato e condotto da Annette Tuxen di "Imprenditice Autentica".

…torniamo alla domanda iniziale: l’incontro con una persona può cambiare la tua vita o sono solo frottole?

Io sono convinta che l’incontro con una persona può cambiare la tua vita.

Ma non è l’incontro in sé che lo farà, bensì la tua abilità e volontà a fare tesoro di quello che quella persona potrà darti.

Se la tua mente è chiusa e refrattaria all’ascolto, quell’incontro non porterà nulla di nuovo nella tua vita.

Ma se invece la tua mente è pronta a ricevere un seme nuovo potrà bastare anche una sola persona perché tu riesca a creare un cambiamento grande in te.

Pensaci un attimo…come ti senti in questo momento? Più aperta e ricettiva o più chiusa?

Se la tua risposta è la prima potresti continuare a navigare qui sul blog – magari, chissà, potresti scoprire qualcosa che aiuti il tuo cervello a creare le perfette basi per una nuova semina…

E noi ci vedremo presto.

Annette Tuxen, creatrice de "i 4 Pilastri del Marketing" e del percorso di consapevolezza imprenditoriale "Imprenditrice Autentica"

Benvenuta alla tua azienda più sana, più florida, più ricca.

Annette